EVENTI


Incontro con Ezio Mauro

La Dannazione

1921. La sinistra divisa all'alba del fascismo

Il Forum Democratico del Canavese ha invitato Ezio Mauro a presentare, in concomitanza alla uscita nelle librerie, il suo ultimo libro. In un testo pieno di pathos e di accurate ricostruzioni storiche e psicologiche l’autore ha descritto gli eventi che portarono, il 21 Gennaio del 1921 a Livorno, il XVII ° congresso del Partito Socialista Italiano –cresciuto per l’impegno e la dedizione di decine di migliaia di operai e contadini- a dividersi tra riformisti e massimalisti. Ne seguì il trionfo della reazione sociale e politica e del fascismo.

Per dirla con le parole dell’autore: “La sinistra corse verso la sua dannazione storica dividendosi nel momento del massimo pericolo subito dopo aver dispiegato la propria massima potenza nelle urne e nelle piazze a dimostrazione del capitale politico accumulato in soli tre decenni di vita”, “E’ come se il riformismo e l’intransigenza massimalistica fossero due condanne del destino e la comune religione del lavoro non riuscisse a fare una sintesi e un progetto politico conseguente ed egemone”

Sulle vicende del congresso di Livorno ebbe un’influenza determinante l’attrazione del modello sovietico e il peso che le direttive di Mosca ebbero sulla frazione che diede vita al PCI, documentate da Mauro con una ricerca storica di grande efficacia. Ma la “dannazione” –in termini di tendenza al frazionismo e di difficoltà di elaborare progetti politici unitari e di sviluppo dell’intera società- permangono. E sono una riflessione che con toni accorati il libro sollecita.